Camminare fa bene

Dal diario del plogging (cammino e raccolgo) di mercoledì.


Bene arrivata nel gruppo Barbara Saleri, con noi in Viale dei Tigli a raccogliere decine di mozziconi di sigarette e a contare le deiezioni dei cani lasciate a terra (15)!


Le curiosità che abbiamo raccolto: una biro funzionante, una capsula di caffè, un grande elastico.

Il bello che abbiamo lasciato a terra: un funghetto.


Camminare fa bene, non solo al fisico, soprattutto se si ha la fortuna di camminare nel verde, passando sotto le fronde di alberi che “cantano” quando c’è un alito di vento.

Mentre sopra le nostre teste gli alberi “cantano”, sotto le nostre suole i mozziconi di sigaretta buttati a terra “stridono”: sono la nota stonata, la dissonanza, nella grande sinfonia armonica della natura.

Chi c’é dietro un mozzicone di sigaretta buttato a terra?


Vorremmo andare oltre il termine di “indisciplinato”: vorremmo capire quale mondo interiore si è costruito l’irriducibile; forse un mondo dove il piacere del bello ed il rispetto per l’altro - perché io che passo sul marciapiede dopo che lui o lei hanno buttato i mozziconi a terra, per loro sono “l’altro”- non hanno alcun posto di rilievo?


No, noi non pensiamo sia proprio così e quindi non ci stancheremo mai di dire:

“Dai, fai uno sforzo e modifica il tuo comportamento, fumatore indisciplinato irriducibile! È così bello vivere nel pulito!"

E anche voi padroni indisciplinati di cani simpatici ed affettuosi, raccogliete le deiezioni dei vostri amici e mettetele nei cestini!”

Viale dei Tigli: voto 6.